Lo status sociale dei nostri pet è cambiato radicalmente negli anni. Sono circa 60 milioni gli animali “da compagnia” che vivono nelle case degli italiani e Federchimica-AISA, l’Associazione Nazionale Imprese per la Salute Animale, hanno raccolto i recenti report dalle fonti più qualificate: Eurisko, Euromonitor/Istat, ANMVI. Il panorama che viene delineato mostra come i nostri pelosi vivano alla grande! Vediamo alcuni dati: il 77% dei quattro zampe vive tra i confort di casa o al massimo passa qualche ora in terrazzo e giardino per rientrare la notte; quasi la metà viene vaccinato con regolarità, secondo il calendario raccomandato; il 12% viene sottoposto a controlli di routine anche se in salute, mentre al minimo disturbo il 46% dei proprietari si rivolge immediatamente al veterinario. Il mercato del farmaco e del cibo in scatola è un trend in crescita costante (più 4% l’anno). Grazie a queste premure la vita media dei pelosi si è allungata dai 6-9 anni del ‘90 agli attuali 11 per i cani, e dai 14-16 anni a picchi di 20 per i gatti.

Potremmo dire “per i nostri amiconi spazio ai divani, in calo le cucce”...e non sarebbe un’affermazione sbagliata!