Ebbene sì, è la notizia che hanno dato a Lulu, una giovanissima labrador in addestramento per entrare a far parte di un’unità cinofila di ricerca esplosivi della CIA, è stata esclusa dal programma. La Central Intelligence Agency ha infatti messo a verbale che la giovane “sniffer-dog” - come vengono chiamate in gergo le unità cinofile che scovano gli esplosivi grazie al fiuto - non è idonea per quel tipo di lavoro. Il suo inizio era stato promettente, finché ha cominciato a non mostrare più di divertirsi durante l’addestramento, presupposto fondamentale alla base dell’attività. I premi e il gioco, pilastri della preparazione di queste unità cinofile, non riuscivano a motivarla: aveva perso interesse per la ricerca che avrebbero dovuto essere la sua vera e propria mission. L’Agenzia spiega che con il costante susseguirsi delle giornate di preparazione negative, a malincuore è stato deciso di estrometterla dal programma e renderla adottabile.

Ora Lulu fa il cane “normale” nella famiglia della sua compagna umana alla CIA. Gioca con i bambini e usa il suo fiuto solo per dare la caccia ai conigli e agli scoiattoli del giardino dietro casa. Certo avrà perso un lavoro alla CIA, ma ha trovato una famiglia affettuosa e un altro compagno a 4 zampe con cui giocare in giardino.

 

Foto: profilo Twitter CIA