Amherst, Massachussets: una cagnolina di nome Victoria annusa il naso della sua padroncina e scopre che ha un tumore. Così ad un’avvocatessa di 42 anni, Lauren, è stato diagnosticato un carcinoma basocellulare, una forma di tumore della pelle, probabilmente causato anche dai numerosi trattamenti abbronzanti a cui la donna si sottoponeva spesso. Tutto è cominciato da un comportamento insolito della sua trovatella, una meticcia che aveva salvato dalla strada tempo prima, trovata cieca ad un occhio e malnutrita. Era la primavera del 2017 quando Lauren si rese conto che la sua amica pelosa le odorava e fissava il viso, concentrandosi sulla sua narice destra. Quello che lei credeva essere un semplice brufolo, in realtà attirava l’attenzione di Victoria, tanto da rimanere fissa lì con lo sguardo ed arrivare ad annusare toccandolo con la punta del naso. Al continuo ripresentarsi della “bolla” a intervalli di tempo regolari e in seguito al comportamento "allarmato" di Victoria, Lauren ha deciso di consultare un medico, venendo così a conoscenza del problema. Dopo vari controlli ed esami approfonditi si è sottoposta all’intervento detto “Tecnica di Mohs”, una procedura che comporta la rimozione della pelle infetta strato dopo strato. Ad ogni modo non è la prima volta che ci balza all’orecchio un caso in cui i nostri amici a quattro zampe esprimono la loro capacità di “fiutare un male”; quest’ultimo della cagnolina Victoria continua ad essere testimonianza del loro innato sesto senso e della loro attitudine a percepire qualcosa che non va.