Alcuni consigli utili sul corretto comportamento da tenere nel caso il nostro cani incontri la processionaria

 

Spesso sconosciuti dalla maggior parte dei proprietari di cani, le larve della Spodoptera littoralis rappresentano una vera minaccia per i quattro zampe nel periodo della  primavera.
Il corpo della Processionaria è ricoperto di peli orticanti e velenosi, che provocano irritazioni a contatto con la pelle.
Si muovono disponendosi in fila indiana. Essendo cieche, seguono la processionaria alla testa della fila, scendono attraverso il tronco degli alberi.
I cani, curiosi per natura, sono i primi a farne le spese. Mentre giocano o esplorano la natura circostante, non è raro che si trovino naso a naso con una fila di processionarie.
Nella maggior parte dei casi è la bocca o il naso a riportare delle irritazioni, ma non sono immuni gli occhi o le vie respiratorie qualora l’insetto sia trasportato dal vento. Bastano pochi secondi perché si scatenino gli effetti collaterali, diffondendosi in prossimità della zona colpita, mentre il vostro cane cerca di alleviare il dolore leccandosi ripetutamente.

Se il cane tenta di inghiottire la larva:


Infiammazione violenta e rapida della lingua e della bocca
Salivazione intensa
Forti dolori
Gonfiore della lingua e del volto
Necrosi della lingua (necessità di amputazione parziale)

 

Se i peli della larva entrano in contatto con l’epidermide:

Forte prurito

Macchie rosse

Gonfiore

Se i peli della larva entrano in contatto con gli occhi del cane:

Dolori intensi

Danni oculari
Possibile perdita della vista


Come intervenire se il cane tocca la larva di processionaria:


Se il vostro animale entra in contatto con la larva, trasportatelo d’urgenza dal veterinario. I danni e il dolore, che potrebbero sembrare temporanei e circoscritti inizialmente, si diffondere in rapidità.
I due rischi principali sono uno shock anafilattico e la necrosi della lingua, causata da infezione o infiammazione. Nei casi più gravi, subentra la morte.