Che il Grande Fratello sia un programma televisivo molto chiacchierato, nel bene e nel male, lo sappiamo tutti, senza voler esprimere nessun giudizio riguardo la tipologia di trasmissione. In ogni sua edizione sono stati sollevati casi più o meno gravi, per questioni più o meno importanti. In questi giorni sul web e su tutte le testate di informazione è cresciuta la polemica contro le affermazioni di uno dei concorrenti riguardo i metodi educativi dei cani e gli interventi “estetici” a cui sono sottoposti (taglio della coda e delle orecchie).

“La prima volta che ha provato a dare un morso, gliel’ho fatto capire. Poi ognuno lo fa capire in maniera propria – queste sono le parole di Filippo durante una conversazione all’interno della casa -  Io sono per i modi antichi, come fai una cosa sbagliata ti do un calcio, anche perché non lo sentono, checché ne dicano tutti gli animalisti”. Poi ampliando il discorso ha anche espresso dei pareri riguardo gli interventi sulla coda e sulle orecchie: “La coda per me la dovrebbero tagliare anche oggi, che mi sentano tutti gli animalisti. Perché un cane ha la coda molto sottile e molto lunga. È la prima cosa che si rompe in tantissimi modi, giocando per esempio – continua il concorrente romano - Le orecchie sono rimaste più un fatto estetico. Però anche le orecchie del Dobermann sono molto sottili, sembrano quelle di un bracco e con la maniera che loro hanno di giocare è la prima cosa che si taglia”

Durante la prima serata è stato messo sotto processo dalla conduttrice e dagli opinionisti. La polemica è continuata e sta continuando anche all’esterno. Non hanno tardato ad arrivare anche le condanne dell’AIDAA (Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente) e dell’ENPA per le frasi pronunciate.

Proprio l’Ente Nazionale Protezione Animali, ha denunciato il concorrente del Grande Fratello, in seguito alle sue dichiarazioni, chiedendo non solo la sua squalifica, ma anche la possibilità di prenderne in affidamento il Dobermann per effettuare accertamenti sanitari. L’accusa è, oltre al contenuto delle sue affermazioni, anche per la consapevolezza di essere davanti alle telecamere 24 ore su 24, contribuendo indirettamente ad influenzare milioni di italiani con la sua opinione.

Questa la dichiarazione del presidente nazionale di ENPA, Carla Rocchi:

“L’Ente Nazionale Protezione Animali ha dato mandato al proprio ufficio legale di assumere ogni iniziativa utile e opportuna in merito alle parole pronunciate dal concorrente del Grande Fratello, Filippo Contri, il quale, davanti a milioni di italiani, ha fatto una vera apologia dei reati contro gli animali e deve per questo essere squalificato. Contri, infatti, non solo ha detto che per educare i quattro zampe è necessario prenderli a calci, il che è evidentemente maltrattamento, ma ha sottolineato l’opportunità di tagliare coda e orecchie ai Dobermann, è anche questo è maltrattamento”